Song Lyrics From Around The World

Home | Email Us | 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | Christmas | Soundtracks | Web Hosting with TotalChoice

big text small text home back forward print

I GIARDINI DI MARZO Lucio Battisti (Italy) Il carretto passava e quell'uomo gridava " gelati " al ventuno del mese i nostri soldi erano già finiti io pensavo a mia madre e rivedevo i suoi vestiti il più bello era nero coi fiori non ancora appassiti all'uscita di scuola i ragazzi vendevano i libri io restavo a guardarli cercando il coraggio per imitarli, poi sconfitto tornavo a giocar con la mente e i suoi tarli e la sera al telefono tu mi chiedevi perché non parli. che anno è, che giorno è questo è il tempo di vivere con te, le mie mani come vedi, non tremano più e ho nell'anima in fondo all'anima cieli immensi e immenso amore e poi ancora, ancora amore amor per te, fiumi azzurri e colline e praterie dove corrono dolcissime le mie malinconie l'universo trova spazio dentro me, ma il coraggio di vivere, quello, ancora non c'e'. i giardini di marzo si vestono di nuovi colori e le giovani donne in quel mese, vivono nuovi amori camminavi al mio fianco e ad un tratto dicesti " tu muori se mi aiuti, son certa che io ne verrò fuori " ma non una parola chiarì i miei pensieri continuai a camminare lasciandoti attrice di ieri. che anno è, che giorno è.....

    


International Lyrics Playground       Private Guitar Lessons in Connecticut!       Web Hosting with TotalChoice       Click and start earning!       Privacy Policy